Laura Frausin Guarino è nata a Trieste e in seguito è sempre vissuta a Milano, dove ha fatto studi classici. Al liceo è stata allieva di Vittorio Sereni che l'ha indirizzata alla traduzione letteraria.

Diploma universitario a Grenoble (Faculté des Langues et Lettres) - Università Bocconi-Lingue (due anni).

Prima di dedicarsi esclusivamente e assiduamente alla traduzione ha lavorato per alcune stagioni nel campo dell'alta moda.

Ha tradotto importanti Autori francesi di narrativa e saggistica per le principali Case editrici: romanzi di Marguerite Duras, opere di Marguerite Yourcenar, di François Mauriac, di Perec e altri. Per Adelphi ha tradotto molti romanzi di Irène Némirovsky e, ancor oggi, di Georges Simenon. Nella saggistica, gli Autori più significativi pubblicati nella sua traduzione sono: Michel Foucault (Storia della sessualità), Roger Caillois, Jean Baudrillard, Marc Fumaroli. E un saggio di Proust su due pittori (Chardin e Rembrandt).


Nel 2003 ha ottenuto il Prix de la traduction de la communauté française per la sua traduzione dell'opera di Georges Simenon.

Nel 2009, il Premio "Lionello Fiumi" per la traduzione di Thérèse Desqueyroux di François Mauriac.

Nel 2011, il Premio Procida - Elsa Morante per la traduzione de Il Vino della solitudine di Irène Némirovsky.


Per molti anni ha tenuto un corso di traduzione letteraria presso la Scuola Superiore Traduttori e Interpreti del Comune di Milano.