"Ho frequentato il corso tra il 2015 e il 2016 e posso dire che non mi è stato utile, ma indispensabile. Lavorare come traduttrice è sempre stato un sogno e grazie a "Tradurre" ho capito come tirarlo fuori dal cassetto. Le opportunità date dal corso sono uniche: sentir parlare di editoria da chi l’editoria la fa, essere seguiti nel corso di una traduzione da chi è traduttore nella vita di tutti i giorni, ricevere consigli preziosissimi su come proporsi, nel concreto, per intraprendere un percorso lavorativo. La strada non è facile, ma dalla fine del corso non ho più smesso di tradurre." Mariachiara Eredia, partecipante all’edizione 2015


"'Tradurre la Letteratura' è stata una grande opportunità. Un vero corso d'eccellenza che come tale punta alla specializzazione e alla formazione diretta: lavorare con i professionisti è stata una cosa impagabile. Da questa esperienza ho imparato moltissimo, mi ha fatto conoscere appieno la figura del traduttore all'interno del contesto editoriale e infine mi ha anche portato buoni frutti!" Michelle Vaccinoni, partecipante all'edizione 2014

 

"Il corso ‘Tradurre la Letteratura’ mi era stato consigliato ai tempi dell'università a coronamento della tesi di traduzione. Ho frequentato l'edizione 2012 e ho avuto la possibilità di tradurre il mio primo romanzo, pubblicato da poco. "Tradurre la letteratura" è stato un ottimo trampolino di lancio!!" Carla Togni, partecipante all’edizione 2012

 

"Ho frequentato ‘Tradurre la letteratura’ nel 2011 e mi sono subito resa conto di aver fatto un'ottima scelta: i docenti sono tutti traduttori professionisti e affermati nel panorama editoriale, e lavorare con loro si è rivelata un'occasione preziosissima per capire come funziona davvero il mondo della traduzione e mettersi direttamente alla prova con i testi. Non avrei potuto chiedere di più a un corso come questo dato che, come molti miei colleghi e colleghe, alla fine mi è anche stato assegnato un testo da tradurre. Se oggi sono al mio secondo romanzo lo devo soprattutto a ‘Tradurre la Letteratura’!" Chiara Alberghetti, partecipante all’edizione 2011.

 

"A giugno ho consegnato il mio sesto lavoro e ora sto ultimando la traduzione del mio settimo romanzo. Sono arcicontenta e non smetterò mai di essere grata al corso che ho frequentato a Misano perché da allora la mia vita è cambiata per il meglio." Lorenza Braga, partecipante all’edizione 2011.

 

"Grazie a ‘Tradurre la Letteratura’ ho raggiunto quella consapevolezza del mestiere di traduttrice senza la quale sarei ancora ferma davanti al computer a chiedermi come entrare nel mondo dell’editoria. Ora, invece, grazie agli strumenti appresi, lavoro con due importanti case editrici. Potermi confrontare con grandi traduttori letterari è stato entusiasmante. Ho portato a casa un sacco pieno di nozioni preziosissime e tanta voglia di intraprendere una strada, quella della traduzione, a volte ardua ma piena di soddisfazioni." Laura Guerra, partecipante all’edizione 2010.