Alla ricerca dello standard: regionalismi, anglicismi, gergalismi
Se leggendo un quotidiano ci si trova di fronte a un articolo in cui si racconta di donne che durante il "lockdown hanno dovuto lavorare, fare i mestieri e accudire i figli senza alcun aiuto", viene da chiedersi quanto sia stato consapevole di avere ondeggiato tra registro regionale e standard il suo autore.
Torneremo quindi a interrogarci sulla difficoltà di trovare uno standard nell’italiano contemporaneo, una lingua in continuo movimento grazie a contributi innovativi che arrivano da più fronti: varietà regionali e lingue straniere, modi di dire e gerghi giovanili.


Biancamaria Gismondi è nata a Firenze, dove si è laureata in Glottologia. Dal 1993 lavora presso la casa editrice Mondadori Education all’interno della redazione lessicografica del Devoto-Oli, occupandosi di significati specialistici e di neologismi; ha inoltre seguito le edizioni minor del Devoto-Oli, il Devoto-Oli Junior e i dizionari compatti di lingue per la scuola. Dall’autunno del 2004 è responsabile della redazione lessicografica.