Daniele A. Gewurz, romano, alla formazione come matematico affianca da sempre l'amore per le belle lettere, che dal 2002 lo ha portato alla traduzione dall'inglese di narrativa (tra cui romanzi di Jasper Fforde e di Anthony Doerr) e di saggistica (per lo più divulgazione scientifica, tra l'altro di Ian Stewart, Gregory Chaitin, Philip Ball). Nel 2011 ha dato vita al progetto Dragomanni per l'autopubblicazione di traduzioni in ebook (www.idragomanni.it).


"Tradurre da soli, a quattro mani e altro":

Sulla base di esperienze personali e altrui, si parlerà di vantaggi, svantaggi e semplici peculiarità del tradurre da soli rispetto al tradurre insieme a qualcun altro (in genere esseri umani, ma occasionalmente potrebbe essere un servizio di traduzione automatica), entrando anche in aspetti pratici: come dividersi il lavoro, come rivedersi a vicenda, come restare amici se lo si era prima.