"Gutta cavat lapidem": le strategie migliori per i traduttori aspiranti ed esordienti
Il percorso di chi intende entrare nel mondo della traduzione editoriale nasconde diverse insidie e richiede particolari virtù. Il seminario si propone appunto di individuare le "trappole" e i fattori su cui giocare, in modo da evitare lo spreco di tempo e di energie. 


Marchigiano, si è laureato in Lingue all’Università degli Studi di Macerata e ha conseguito un Master per redattori editoriali organizzato dall’Università degli studi di Urbino. Tradurre gli è sempre piaciuto ma mai avrebbe pensato di farlo per lavoro. Dagli albori del terzo millennio, infatti, svolge la professione di traduttore editoriale dal tedesco e dall’inglese. Tra gli autori a cui ha dato voce in italiano: John Irving, Hans Küng, Jerome K. Jerome, Jane Smiley, Christoph Ransmayr, Maggie Gee e Frederick Marryat. Insegna traduzione all’Università degli Studi di Macerata e ha coordinato i laboratori di traduzione editoriale dall’inglese presso il corso di laurea magistrale in Lingue dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo. Collabora inoltre, come traduttore, con la rivista scientifica "MIND". Ha conseguito il dottorato di ricerca in Scienze del testo, curriculum Germanistica.