Tradurre Jodorowsky
Dopo una breve presentazione di Alejandro Jodorowsky per come l’ho conosciuto personalmente e del mio rapporto con lui da traduttore ad autore, proporrò un breve excursus tra le opere più significative che ho tradotto evidenziando le difficoltà e le caratteristiche della sua scrittura. Infine intendo proporre un paio di testi di due tipologie diverse (narrativa e saggistica psicomagica) su cui l’uditorio potrà cimentarsi, e che commenteremo insieme. 

Michela Finassi Parolo, laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne presso lo IULM di Milano nel 1988, ha lavorato per un paio d’anni presso la Segreteria organizzativa e l’ufficio stampa del Premio Grinzane Cavour. Nel 1990 ha lavorato come editor e alla segreteria della casa editrice EDT di Torino. Nel 1991 ha iniziato a tradurre e non ha ancora smesso. Alterna traduzioni di letteratura per l’infanzia - inizialmente per Piemme "Il Battello a Vapore" e poi per i principali editori del settore (Mondadori Ragazzi, Disney Libri, Salani) - con la saggistica e la narrativa. Ha tradotto, tra gli altri, Carmen Martín Gaite, Octavio Paz, Carlos Fuentes, Eduardo Mendoza, David Trueba, Rosa Montero, Claudia Piñeiro, Marcela Serrano, Alejandro Jodorowsky. Inoltre ha pubblicato alcuni testi di didattica della lingua spagnola (una grammatica, corsi di lingua, letture facilitate) per la casa editrice Petrini di Torino. Dal 2007 si dedica all’insegnamento della lingua spagnola nella sua città, Vercelli, e attualmente è titolare della cattedra di spagnolo presso il Liceo Linguistico di Vercelli.